venerdì 17 febbraio 2017

Carla, Paris, Bella: pantalone di pelle da star

Dalla Bruni, alla Hilton fino alla Hadid: tutte le vip che si fasciano nei leather pants

Modelle, Veline, First Lady… c’è un trend quest’inverno che non conosce ruoli: il pantalone di pelle. Ormai pezzo iconico della storia della moda, questo capo viene riportato in auge ciclicamente.
Sono tanti i brand che lo propongono in collezione, stagione dopo stagione. Aderente e sempre molto sensuale, le star ovviamente non si fanno sfuggire l’occasione di farsi fasciare nella pelle nera.

E’ una ex Premiere Dame rock, Carla Bruni, che ad un evento insieme al marito Nicolas Sarkozy, canta sul palco nei suoi pantaloni di pelle.


A Milano Paris Hilton si fa paparazzare con due outfit sportivi. Mood da biker anche per Melissa Satta, in total look Diesel, che mostra il fisico perfetto vicino alla Ducati personalizzata dal brand di moda. Chiara Ferragni propone un total black e carico di mistero. Anche con la pelle nera, Olivia Palermo non ci riesce proprio a non essere elegante. E’ sempre lei la più glam.

Passando alle top model, ecco che non possono mancare le più famose del momento. A spasso per Parigi, Kendall Jenner e Bella Hadid scelgono un abbigliamento comodo ma iper-cool, tra giacca in jeans con pelo, felpa over e, ovviamente, pantaloni in pelle nera. Vuole il suo momento di gloria anche Sistine Stallone, giovane figlia di Sylvester, ormai sempre più richiesta per campagne e editoriali. La baby top sa bene come farsi largo tra la folla, tra re. ggise. ni e pants aderenti.

mercoledì 8 febbraio 2017

Eyeliner senza segreti: i trucchi per un’applicazione perfetta

L’eyeliner è uno dei “pezzi base” di un buon make up, per uno sguardo profondo e affascinante. Eppure applicarlo non è così semplice come può sembrare: richiede mano ferma, grande precisione e linee perfette. Ci sono però alcuni piccoli accorgimenti che rendono più facile l’operazione e permettono di corregere eventuali errori senza dover ricominciare il make up da capo. Eccone qualcuno, semplice e di grande effetto.
Gli inconvenienti in cui si incorre più facilmente sono sbavature, righe tremolanti e non uguali nei due occhi. Il primo passo per ovviare a questi inconvenienti sta nella scelta del prodotto più adatto a noi, alla nostra manualità e all’effetto che vogliamo ottenere. L’eyeleiner classico, in forma liquida e da applicare con il pennellino, va bene per chi è già esperta perché richiede un perfetto controllo: è però abbastanza facile da correggere perché impiega qualche momento per asciugarsi. L’eyeliner a penna è molto preciso nel tratto ed è disponibile in diversi spessori, per cui è più facile scegliere quello giusto in base all’effetto che si vuole ottenere. Richiede però una certa manualità e non perdona gli errori, perché asciuga in un attimo. L’eyeliner in gel si applica con il pennello, ma ha un tratto preciso e omogeneo. Infine ci sono le matite da eyeliner, più facili da maneggiare e da correggere, anche se hanno un tratto meno intenso.

Per applicare l’eyeliner posizionate lo specchio vicino a voi e scegliete una posizione che vi permetta di avere la mano ben ferma: può essere utile avere un appoggio per il gomito. Per avere gli occhi nella posizione ideale, ricordatevi di tenere il mento ben sollevato.
Per disegnare la linea potete fare un tratto solo (ma in questo caso ricordate che la linea deve assottigliarsi man mano che si avvicina alla sua estremità), oppure procedere per tratteggi, appena sopra le ciglia, unendo i tratteggi dall’interno verso l’esterno. Se vi sembra di non avere la mano abbastanza ferma, usate prima una matita e poi ripassatela con l’eyeliner liquido. Se temete di non realizzare una linea perfetta, provate a tracciarne una di puntini da unire poi tra di loro. Se c’è da correggere qualche imprecisione, aiutatevi con un cotton fioc ed eventualmente con un correttore del colore della vostra carnagione, per cancellare una sbavatura.
Per disegnare la virgola, potete aiutarvi con pezzetto di scotch di carta, posizionato sotto l’angolo esterno di ciascun occhio, da utilizzare come se fosse un righello, oppure con un cucchiaino da caffè, che fungerà da guida sia per la linea curva, sia per la virgola (utilizzando in questo caso il manico).
Scegliete il tipo di linea che più si adatta alla forma dei vostri occhi: se hanno forma tondeggiante, cercate di allungarli definendo la linea da metà occhio verso l'esterno con la codina leggermente verso l’alto. Gli occhi stretti e sottili, per un effetto ingrandito, richiedono un tratto che parte dall'angolo interno dell'occhio e termina sempre con la virgola verso l'alto. Stesso accorgimento per chi l’occhio un po’ all’ingiù: la codina deve essere ben accentuata verso l’esterno e verso l’alto.

Moda: bianco e nero in pole position

Due tinte sempre presenti nel guardaroba ma, se volete seguire i nuovi trend, sarete costrette ad intasarle
Prepariamoci a fare scorta di capi bianchi e neri. Ritornano i tempi di "una zebra a pois". Potete scegliere stoffe semplicemente a tinta unita o a fantasia. Le proposte spaziano dai pallini ai quadratini. Le palle ancora non varcano il confine dell'anta dell'armadio. Girano in continuazione ma non sono sempre al passo con le passerelle. Le righe, al contrario, non hanno intenzione di mollare l'angolo di celebrità che negli ultimi anni si sono ricavate.
Diciamo che grazie allo stile alla marinara, sempre di moda d'estate, non hanno mai rischiato la disoccupazione. Ovviamente non sono sempre amate e agognate dagli stilisti, ma una riga non si nega mai. Al momento le calze zebrate che si arrestano sotto il ginocchio, per fortuna di nylon e non di spugna, sfidano i gusti di grandi e piccini. Immancabili gli abiti, le camicie e le t-shirt. E’ un trionfo rigato dal bianco e dal nero. Ma troverete anche la variante bianco/blu.
La stessa cosa vale per quadratini e mini pois. I primi si divertono a variare i centimetri e i secondi a rotolare con discrezione lungo la stoffa. I quadri, invece, si lasciano vedere anche al buio. Non mancano quelli su sciarpe e foulard.



Ma se vi sembra troppo per il vostro guardaroba, ignorate le trame e le forme. Acquistate capi bianchi e/o neri. Sono colori che vi permetteranno sempre di creare una quantità incalcolabile di outfit. Inoltre il look zebra è il passe-partout per eccellenza. Persino per andare ad un colloquio ti consigliano un completo nero e una camicia bianca. Mai il contrario: a quanto pare un tailleur bianco sarebbe troppo provocante. Per fortuna a primavera con il lino e la viscosa più pesante non correte il rischio di sembrare delle "scostumate". A mio avviso certe nétiquette di stile andrebbero seguite soltanto se strettamente necessarie. Viva la libertà e la creatività, ma come sempre è una questione di buon senso.
Tra il bianco e il nero spopolano le camicie. Quelle più in voga hanno il colletto ben chiuso e arricciato. Alcune sono lisce altre 'strapazzate' sul petto. Questo modello vede degli accessori già incorporati come i nastri ben ancorati al collo. Solitamente sono in velluto o in raso. Ma in circolazione le trovate anche svincolate da fronzoli e orpelli. Vi consiglio di acquistare quelle che permetteranno al vostro estro di scatenarsi. Nuovi outfit bramano il vostro armadio.
Come accessorio si rivedono pure le cravatte, ma poco maschili. Sono più dei pezzi di raso da avvolgere lungo il colletto. Sono molto particolari e stuzzicano la fantasia. Potete anche indossarle abbinandole ad una t-shirt o ad un abito con il colletto: indubbiamente daranno un tocco di originalità al vostro look. Attenzione alle giacche. In queste due tinte hanno soprattutto un taglio stretto e superano i fianchi. In primavera potete optare per uno spolverino aderente e un pantalone largo. Aggiungete un tacco alto, et voilà: una mise impeccabile. Ma se preferite le scarpe basse allora meglio un calzone aderente dalla vita alle caviglie. Bisogna sempre fare attenzione a non ricordare un clown. Con le larghezze dal ginocchio in giù il rischio è sempre molto alto. Tranquille, basta soltanto dare una sana sbirciatina allo specchio prima di abbandonare le mura domestiche. Buon bianco e nero!