venerdì 15 novembre 2013

Phard, esplosione di femminilità

Uno stile inconfondibile quello di Phard, che per la nuova collezione autunno inverno 2013-2014 offre un concentrato di sensualità ed eleganza davvero originale. Le trame maculate si offrono alla perfezione per abiti trasparenti e fluttuanti, morbidi nelle forme e leggeri nei tessuti, stretti in vita da una cinta nera con inserti dorati. O magari per camicette e top da abbinare a pantaloni classici o pratici jeans, ricreando ogni giorno un look nuovo ed originale.


Elegantissime le camicette in rosa antico o nero, con maniche a sbuffo, fiocchi al collo e particolari ricami, perfette con pantaloni dalle tasche alla francese in tessuto grigio lucido o di velluto fucsia. Creando un mix di eleganza e praticità che si adatta ad una normale giornata di ufficio o ad una serata di svago con le amiche.

Gli abiti sensuali si aprono sulle spalle per offrire scorci di femminilità, accentuati da strass ed inserti luccicanti o bordi e colli in maglina. Oltre alle tinte di stagione spuntano come sprazzi luminosi il rosso e il fucsia, usati per piumini avvitati, giacche in panno e pantaloni eleganti. La pelle offre il gusto effetto strong con i giubbotti corti e aderenti, ideali sui jeans semplici e lineari da sfruttare quotidianamente. Tante soluzioni per avere sempre a portata di mano eleganza e femminilità.

martedì 8 gennaio 2013

Moda autunno inverno 2012-2013: Jean Paul Gaultier


Moda autunno inverno 2012-2013: Jean Paul Gaultier. La passerella di Jean Paul Gaultier della Paris Haute Couture è stata animata dalla creatività e dall’irrinunciabile voglia di trasgressione che da sempre caratterizzano lo stilista francese che ha presentato una collezione di moda femminile dallo stile androgino, frutto delle contaminazione con il guardaroba maschile.

Per questo la collezione autunno inverno 2012-13 realizzata da Jean Paul Gaultier è decisamente unamoda che può essere definita unisex, proponendo un look mascolino capace comunque di valorizzare le 
look mascolino senza sminuirle o comprimerle. Anche se la donna presentata dallo stilista francese ama indossare abiti che sembrano presi in prestito dall’armadio del proprio lui: completi giacca e pantalone con top trasparenti coperti da cravatte larghe, soprabiti oversize abbinati a cilindri, pantaloni maschili a vita alta con fasce reggiseno con coppe in risalto, resta sempre una seduttrice che non può rinunciare ai tacchi dalle altezze vertiginosi.

Ma la donna di Jean Paul Gaultier non rinuncia a mise più audaci con le quali la sua sensualità entra decisamente in scena, palesandosi in tutta la sua concretezza e malizia allora spazio a: gonne in tullenero trasparente e ad abiti lunghi dalle scollature ampie e sfontate, abiti plissé sempre trasparenti ed ancora mette in mostra la sua femminilità indossando una tuta dorata aderente. Il nero sembra essere il regista della collezione, ma poi ad esso viene associato anche l’oro e il camel, per poi assistere ad un’esplosione di colori: arancio, viola, verde acido e celeste; ma i colori frizzanti lasciano spazio anche alle tinte metallizzate quali: oro, argento e nero metallizzato dclinati in tagli geometrici e spigolosi.

Una collezione che seppur di dichiarata ispirazione maschile non cela la femminilità di una donna che si manifesta semplicemente non rinunciando ai propri fedeli tacchi ed un make up che valorizzi una bocca sensuale ed uno sguardo profondo.